Inutile girarci intorno: il Covid-19 è una sventura per migliaia di motivi. Oltre a quelli inevitabilmente drammatici, ci sono tutti i “traumi collaterali”, tra cui le tantissime limitazioni agli spostamenti all’estero. Ma, a voler trovare un “pro” a tutti questi contro, il contenimento della pandemia ha reso fruibili in maniera quasi “umana” alcuni dei luoghi più belli delle nostre città d’arte. Vi facciamo un esempio con Roma, la Capitale: ecco 3 posti che vissuti in periodo di coronavirus vi faranno sentire un po’ come la Ferragni in visita privata agli Uffizi.

1. I Musei Vaticani

Se parlate con un romano in questi giorni, vi dirà due cose:

  • Roma in questo momento è in crisi nera;
  • però è il momento di andare ai Musei Vaticani, che te li vedi finalmente in grazia divina.
Galleria delle Carte Geografiche Musei Vaticani
La Galleria delle Carte Geografiche ai Musei Vaticani

In effetti, la scarsa affluenza turistica e le regole di contenimento insieme restituiscono il polo museale di Città del Vaticano in tutto il suo splendore. Fruibile, ordinato, quasi quieto rispetto all’ordinario. Il Covid vi permetterà di visitare i 7 chilometri di gallerie e le 11mila stanze in maniera assolutamente inedita, permettendovi di vivere appieno l’esperienza artistica e storica della “collezione del Papa”. Persino la Cappella Sistina vi apparirà più tranquilla.

gruppo del laocoonte musei vaticani
Il Gruppo del Laocoonte ai Musei Vaticani. Raffigura Laocoonte, il sacerdote che provò a dissuadere i troiani dall’accettare il cavallo di legno da loro donato dai greci, che passò alla storia appunto come cavallo di Troia. Fu la volontà di papa Giulio II di esporra al pubblico dopo il suo ritrovamento, nel 1506, a gettare le basi per la nascita dei Musei Vaticani.

2. Fontana di Trevi

Tutto il centro di Roma ha ritrovato una dimensione umana dopo il lockdown e le conseguenti scelte a livello nazionale e mondiale. Certo, questo è stato catastrofico per l’indotto turistico. Di contro… ma quando avete visto mai così la Fontana di Trevi?

fontana di trevi
Fontana di Trevi (shots by XiaoMI Note10)

3. Colosseo e Fori Imperiali

All’appello non manca l’Anfiteatro Flavio (meglio conosciuto come Colosseo) che è ancora circondato da guide e ambulanti ma le cui code si sono drasticamente ridotte rispetto al solito.

Colosseo di notteI
Il Colosseo di notte

… e ancora…

Roma continua a proporre ancora oggi, da buona Capitale qual è, una serie di mostre ed eventi d’impatto. Ad esempio, se avete intenzione di passare un weekend in città, programmate (e prenotate) una visita al Chiostro del Bramante dove quando vi scriviamo c’è una bella esposizione dedicata a Banksy.

Potrebbe inoltre essere la volta buona per mangiare in uno dei ristoranti top del centro città. Nel nostro caso, ad esempio, ci siamo fermati da La Rosetta dopo la visita d’obbligo al Pantheon e… vabbé, ve lo diciamo con una foto!

crudi di mare ristorante roma
Crudi di mare a La Rosetta al Pantheon

Potrebbe interessarti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *